Rassegna Stampa Geometra Ligure Guida del Praticante FAQ Links utili
News

Consiglio Nazionale Geometri - 5557








Si informa che il I°
comma
 dell'art. 32 del Decreto
legge n. 112 del giugno 2008, recante "Disposizioni urgenti per lo sviluppo
economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della
finanza pubblica e la perequazione
tributaria", modifica in modo
sostanziale alcune previsioni 
dell'art.49 -Limitazioni all'uso
del contante e dei titoli al portatore -
 del Decreto legislativo  n. 231/2007, di attuazione della direttiva
europea antiriciclaggio.



In particolare l'importo, pari o superiore a 5000 euro previsto
ai commi 1,5,8,12 e 13, viene elevato a 12.500 euro.



Pertanto i trasferimenti di denaro possono essere effettuati, senza
il tramite del sistema bancario, degli istituti di moneta elettronica e di Poste
Italiane, per importi  sino a 12.500 euro (comma 1). Per importi sino alla citata cifra
non occorrono assegni non trasferibili (commi 5 e 8 ). I libretti di deposito
bancario o postale possono avere un saldo massimo di 12.500 euro e quelli con
saldi pari o superiori devono essere estinti (commi 12 e13 ).



L'ultimo  periodo del
comma 10, laddove prevede  che"ciascuna girata deve recare, a pena di
nullità, il codice fiscale del girante"
 è annullato.



Il 3°comma dell'art. 32
del Decreto legge 112/2008 abroga i
commi 12 e 12 bis dell'art. 35 del Decreto legge 4 luglio 2006 n. 223 recante "Disposizioni urgenti per il rilancio
economico e sociale, per il contenimento e la razionalizzazione della spesa
pubblica, nonché interventi in materia di entrate e di contrasto all'evasione
fiscale"
e noto come  Decreto
Bersani.



In particolare l'abrogato 
comma 12
dell'art. 35 prevedeva



- "All'articolo 19 del Decreto
del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973 n. 600, dopo il secondo comma
sono aggiunti i seguenti: "I soggetti di cui al primo comma sono obbligati a
tenere uno o più conti correnti bancari o postali ai quali affluiscono, obbligatoriamente,
le somme riscosse nell'esercizio dell'attività e dai quali sono effettuati i
prelevamenti per il pagamento delle spese."



L'abrogato comma 12 bis
recitava:



-"I compensi in denaro per l'esercizio di arti e
professioni sono riscossi esclusivamente mediante assegni non trasferibili o
bonifici ovvero altre modalità di pagamento bancario o postale nonché mediante
sistemi di pagamento elettronico, salvo importi unitari inferiori a 100 euro."



Si informa infine che il DDL di
conversione del decreto legge 112/2008 è all'esame in sede REFERENTE delle
commissioni riunite Bilancio e Finanze della Camera con il numero  C.1386. 



I relatori sono:



L'Ing. Marino ZORZATO (PDL
-Padova) per la commissione Bilancio



Il Dott. Commercialista Giorgio
IANNONE (PDL -Lombardia 2) per la Commissione  Finanze.



Cordiali saluti.



                                                                    IL
PRESIDENTE                                                                                                                f.to Geom. Fausto Savoldi


 

 <

> 
L
M
M
G
V
S
D
Emergenza COVID-19

Il Geometra Ligure

YouTube

Guida del Praticante