Rassegna Stampa Geometra Ligure Guida del Praticante FAQ Links utili
News

Consiglio di Stato - Antitrust

ROMA. L’adunanza plenaria del  Consiglio di Stato ha esaminato la riforma dei
percorsi di accesso alle professioni che – nelle intenzioni del sottosegretario
all’Istruzione, Maria Grazia Siliquini – dovrebbe riscrivere il Dpr 328/01. Da
Palazzo Spada non è filtrata alcuna anticipazione. Tuttavia, il parere
favorevole dei giudici amministrativi è tutt’altro che scontato. Tra gli
elementi del dossier che hanno guidato la decisione figura anche una
segnalazione dell’Antitrast del 7 marzo che mette in rilievo una certa
irrazionalità nell’obbligo  generalizzato del tirocinio.

         Per altro,
la difesa dell’ufficio legislativo dell’Istruzione rispetto alle perplessità
formulate dalla sezione consultiva per gli atti normativi (adunanza del 23
gennaio) potrebbe non aver dato risposta al “cuore” del problema. I titoli di
studio – tra i requisiti per candidarsi all’abilitazione – non rientrano,
secondo la sezione consultiva, nell’alveo dell’esame di Stato. Piuttosto,
figurano tra le competenze concorrenti ben delineate in questi anni dalla Corte
costituzionale: infatti, in base alla ripartizione avallata dalla Consulta, lo
Stato individua – con legge e non con regolamento – le figure professionali e i
relativi curricula di studio. Alle Regioni spetta poi la disciplina “di
dettaglio” e a corollario, che può essere assunta con regolamento. Di fronte
all’obiezione di fondo mossa dalla sezione consultiva del Consiglio di Stato, il
ministero ha richiamato il decreto legislativo La Loggia sulle competenze in
materia di professioni, che però non fa accenno ai titoli di studio. E alla fine
potrebbe non risultare risolutivo, a vantaggio del ministero, l’argomento
dell’Istruzione circa la delegificazione della disciplina rispetto alle regole
per i percorsi universitari (si veda “Il Sole-24 Ore” dell’11
marzo).
         A mettere il dito sui punti deboli dello schema di Dpr è
stato – da ultimo – anche Antonio Catricalà, presidente dell’Autorità garante
della concorrenza e del mercato. Secondo Catricalà “non appare giustificata la
previsione di un tirocinio obbligatorio laddove attualmente non previsto o
un’eccessiva durata dello stesso”. L’Antitrust rileva, per esempio, l’illogicità
di un tirocinio semestrale per gli architetti e annuale per gli ingegneri. Una
differenza non spiegabile se non con le differenti richieste dei Consigli
nazionali. “Nel caso della professione di ingegnere – continua l’Autorità – non
appare ulteriormente proporzionata la previsione di un tirocinio di sei mesi nel
caso in cui gli iscritti alla sezione A dell’Albo richiedano l’iscrizione ad
altro settore, potendo essere sufficiente la previsione del  superamento di un
ulteriore esame di Stato”.
         L’Autorità censura poi l’eccessiva
presenza dei rappresentanti degli Ordini nelle commissioni
esaminatrici.
         Infine, la questione delle esclusive, assegnate di
fatto agli iscritti all’Albo nel settore dell’ingegneria dell’informazione. Con
l’istituzione dell’elenco, gli informatici – per poter svolgere la “loro”
attività  - sono – “vincolati” dal 2001 all’esame di Stato e all’iscrizione
all’Albo. Si è dunque venuta a creare una riserva – con il Dpr 328/01,
perpetuata con lo schema Siliquini – che non appare giustificata, visto che “non
sembrano sussistere asimmetrie informative tali da giustificare una limitazione
della concorrenza attraverso l’imposizione di barriere all’accesso nel relativo
mercato”.
         L’Antitrust auspica, dunque, che venga “riconsiderata la
riserva a favore degli ingegneri di attività proprie dei laureati in Informatica
e Scienze dell’informazione”.
Non imponendo a questi ultimi la necessità di
superare un esame di Stato.



tratto da il sole 24 ore del 14.03.06
a firma M.C.D.

 

 <

> 
L
M
M
G
V
S
D
CORSI
28/01/2020 - CGGE2172
Corso - 28/01/2020 - Trattamento Acque Reflue e di Prima Pioggia
Costo: € 0.00 - Crediti: 4
29/01/2020 - CGGE2176
Corso - 29/01/2020 - Dal metodo al progetto cromatico per spazi interni. Lo spazio abitativo e lo spazio retail
Costo: € 10.00 - Crediti: 4
30/01/2020 - CGGE2178
Corso - 30/01/2020 - La trasmissione telematica delle dichiarazioni di successione. Approfondimenti e casi pratici
Costo: € 54.90 - Crediti: 4
05/02/2020 - CGGE2180
Corso - 05/02/2020 - TERMOGRAFIA? Non basta acquistare uno strumento per essere dei tecnici preparati
Costo: € 30.00 - Crediti: 4
06/02/2020 - CGGE2177
Corso - 06/02/2020 - Verde pensile tecnico previsto dal nuovo PUC di Genova
Costo: € 10.00 - Crediti: 4
Rassegna Stampa

Il Geometra Ligure

YouTube

Guida del Praticante